Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Valle d'Aosta La Porta della Vallée Donnas

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Donnas

Descrizione

Sul toponimo non si registra concordia: potrebbe, infatti, derivare dal nome di persona Donnus o Donatus o dal latino "donax" (varietà di castagno tipico della zona). Si estende su entrambe le sponde della Dora Baltea, diviso in due parrocchie: sulla sinistra l'antico borgo medievale, sulla destra il più vasto abitato di Vert, che per quasi un secolo, tra il Seicento ed il Settecento erano distinti anche dal punto di vista amministrativo, costituendo due comuni diversi. Il territorio comunale è composto da numerosissime frazioni e confina con Pont Saint Martin, Pontboset, Perloz, Hone, Bard ed Arnad. Oltre ai tipici prodotti gastronomici, come la mocetta, offre l'ottimo vino Doc Val d'Aosta Donnas ottenuto dalle uve Picoutener.
Il ritrovamento di incisioni su roccia e massi coppellati dimostrano che la zona fu abitata sin dai tempi più remoti. I Romani hanno lasciato tracce importanti: un tratto della Via delle Gallie, lungo circa 200 metri, scavato in una roccia a strapiombo, un arco alto e spesso quattro metri, che in passato fungeva da porta dell'antico borgo che veniva chiusa durante la notte.
Dal Medioevo al XIX secolo la storia di Donnas fu condivisa dagli altri comuni della regione, caratterizzata da lotte tra le famiglie feudali e tra queste ed i Savoia.

Da vedere:

La chiesa di San Pietro in Vincoli, costruita a partire dal 1828 in luogo di un edificio sacro precedente già presente nel 1277. Dell'antico edificio rimane probabilmente un bassorilievo presente attualmente sul muro del campanile. Il portale della facciata e la decorazione interna sono opera dei valsesiani Francesco e Lorenzo Avondo. La chiesa è composta da tre navate suddivise da pilastri , conserva l'altare maggiore in marmo policromo sormontato da grande baldacchino e quattro altari laterali, un dipinto di Avondo del 1832 raffigurante i santi Apollonia, Lucia, Orso e Pantaleone, alle pareti del coro due quadri risalenti al periodo tra il Seicento ed il Settecento, il pulpito decorato da pannelli intagliati raffiguranti episodi della vita di San Pietro.
La cappella di Sant'Orso, situata all'estremità occidentale del borgo medievale, fu ricostruita nel XVII secolo.
La cappella di San Rocco in frazione Martorey, fondata nel 1663 e restaurata nel 1762, la facciata è decorata da un affresco di Pier Carlo Nomaglio raffigurante la Madonna, San Rocco e San Grato risalente al 1862.
La cappella del Sacro Cuore risalente al 1898.
La cappella di Bondon dedicata allo sposalizio della Vergine.
La cappella di Albard con facciata datata anno 1756.
La cappella dedicata alla Trasfigurazione di Nostro Signore nell'alpeggio di Verale, fondata nel 1753.
La Via romana delle Gallie all'entrata del borgo.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 18.188 volte.

Scegli la lingua

italiano

english