Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Riviera del Garda Veneto Bardolino

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Bardolino

Descrizione

Il toponimo ha dato origine a diverse interpretazioni: per alcuni deriverebbe dall'antroponimo germanico "Bardilo", per altri, invece, dal latino "bardus" (cantore). Bardolino è un comune in provincia di Verona, situato sulla riva orientale del Lago di Garda, in una zona collinare ai confini con la Lombardia. Frequentata località di soggiorno e centro industriale, Bardolino è noto per la produzione del vino omonimo.
La zona è stata da sempre frequentata dall'uomo, attirato, sin dalla Preistoria, dalla presenza dell'acqua. Tracce importanti sul basso lago attestano sia insediamenti palafitticoli che la successiva colonizzazione romana. I primi documenti storici che menzionano il centro abitato risalgono ai primi anni del Medioevo, periodo in cui fu sottoposto all'Abbazia di San Colombano, che diede impulso alla cultura, al commercio ed alle coltivazioni, in primo luogo di vite ed olivo. Il re Berengario, nel IX secolo, autorizzò la costruzione di un castello; divenuto comune autonomo nel XII secolo, fu invaso e saccheggiato nella prima metà del XVI secolo dai Lanzichenecchi. Passato sotto il controllo austriaco, nel 1848 si ribellò all'impero asburgico e per questo subì dure rappresaglie.

Da vedere:

La chiesa di San Zeno del IX secolo rappresenta un raro esempio di architettura carolingia. Presenta una sola navata, pianta a croce latina, un tiburio quadrangolare e belle decorazioni.
Il monastero di San Colombano dell'XI secolo.
La pieve di Santa Maria a Cisano ha preso il posto di un preesistente tempio pagano e di una successiva chiesa risalente al VII secolo.
La chiesa di San Severo, risalente al XII secolo, in stile romanico, è decorata da un interessante ciclo di affreschi.
La chiesa di San Nicolò, edificata nella prima metà del XIX secolo su progetto del Giuliari.
La chiesa di San Vito a Cortelline di epoca settecentesca.
La cinta muraria del XII secolo.
Villa Bottagisio di epoca ottocentesca.
Villa Guerrieri del XIX secolo.
Villa Bassani-Raimondi.
Casa Ottolenghi.
Villa Betteloni.
Villa Giuliari.
Villa Marzan.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 49.593 volte.

Scegli la lingua

italiano

english